UNA CLESSIDRA per AIUTARE i BAMBINI di MUCCIA

AI BAMBINI e RAGAZZI del catechismo presentiamo come di consueto una piccola
proposta che li aiuti ad allargare il cuore a persone che hanno bisogno di
un piccolo aiuto: quest’anno proponiamo la nostra attenzione per i bambini che
abitano (o abitavano) nel piccolo paese di MUCCIA, vicino a Tolentino, provincia
di Macerata. Sono nomi che rimandano subito al terremoto dello scorso mese. In
quel paese abita il signor Maurizio, che come professione fa l’organista. È stato
anche qui a Valeggio in occasione di un concerto per il secondo centenario del
nostro organo (nel 2012). Nel paese di MUCCIA non esiste più nessuna struttura
che possa ospitare i bambini per le loro attività: non c’è più la scuola e sono state
distrutte le aule dove si incontravano per il catechismo e per le attività di musica;
e in un piccolo paese non ci sono altre strutture. L’organista Maurizio sta facendo
in giro per l’Italia vari concerti d’organo per trovare i fondi necessari per ricostruire
alcuni luoghi di incontro dei bambini e sta chiedendo aiuto a chiunque possa
fare qualcosa. Pensiamo di rispondere alla sua richiesta anche attraverso il nostro
impegno, sapendo che quello che riusciremo a raccogliere arriverà a persone ben
precise, per un progetto chiaro.
Faremo in questo modo: la nostra diocesi ha proposto di porre come attenzione a
questo tempo di avvento-natale con il segno di una CLESSIDRA.
Consegniamo ai bambini e ai ragazzi del catechismo un cartoncino con quattro
disegni grigi di clessidre. Ogni settimana i ragazzi vengono a richiedere un adesivo
con il disegno della clessidra da attaccare al cartoncino; a chi completa il cartoncino
con 4 adesivi verrà donata a Natale una piccola clessidra (durata 3 minuti).
Per ogni adesivo chiediamo 1 €uro; il ricavato andrà per i bambini di Muccia.
Varie occasioni di festa, di regali, di doni possono suggerire l’impegno di qualche
rinuncia nostra per aiutare bambini in difficoltà.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.